La MIA competenza

Credo che la professionalità, almeno per quanto riguarda l'ambito in cui opero, non dipenda dal numero di corsi frequentati o dalla mole di attestati collezionati negli anni.


Fare ed essere fisioterapista

Per fare il fisioterapista, la formazione è fondamentale. Altrettanto essenziale è il supporto della evidenza scientifica nella scelta e applicazione delle tecniche di riabilitazione.

Tuttavia, per essere un fisioterapista efficace è necessario, dal mio punto di vista, saper innanzitutto trovare ed applicare gli strumenti giusti per facilitare il percorso di salute della persona. Di quella specifica persona. Non credo infatti esistano metodi validi per tutti. Così come non credo esistano metodi validi in ogni circostanza. Per questa ragione il mio impegno è innanzitutto quello di trovare le strategie più efficaci per raggiungere gli obiettivi di salute della persona che ho di fronte. Ma anche quello di proporre percorsi alternativi laddove, per qualsiasi ragione, non possa essere d'aiuto.

 
 

Corsi e percorsi

Ho 47 anni e sono nato in Veneto. Ho scelto di diventare fisioterapista nel 2010, alla soglia dei 40 anni, dopo che un incidente motociclistico mi ha tenuto a casa dal lavoro (ero responsabile di un settore merceologico in un punto vendita della grande distribuzione).

Dopo la laurea in Fisioterapia conseguita nel 2014 presso l'Università di Verona, sede di Rovereto, ho iniziato la mia pratica come libero professionista.

Esperienze

Fra il 2014 e il 2016 ho collaborato con Lagaria Rugby Rovereto.
Fra il 2015 e il 2017 ho lavorato in contesti residenziali. Ho fatto parte dell'equipe fisioterapica della Cooperativa Sociale Villa Maria (Calliano), della RSA e Centro Diurno Alzheimer Casa Sacra Famiglia (Rovereto), della APSP Civica di Trento e della APSP Fondazione Comunità di Arco.
Fra il 2016 e il 2018 ho collaborato con Policura (Trento) e lavorato per Lagaris Volano Volley.
Ho lavorato in contesto ambulatoriale e in piscina presso la Cooperativa Sociale Villa Maria a Calliano.
Attualmente opero in contesto domiciliare (da Mori alla Val di Non, lungo l'asse dell'Adige). Dal gennaio 2020 ricevo anche presso il mio ambulatorio a Taio, all'interno della struttura che ospita i medici di base e la guardia medica.

Competenze

Rivolgo la mia attività prevalentemente all'anziano fragile con patologie progressive e al soggetto con condizioni neurologiche congenite o acquisite. Mi occupo anche di riabilitazione ortopedica post-chirurgica e muscolo-scheletrica post-traumatica.
Nell'ottica di proporre tutte le soluzioni e gli strumenti utili ad un efficace ed adeguato percorso di salute, supporto la persona che mi si rivolge anche nella scelta e nell'applicazione di adeguamenti ambientali, di ausili per il posizionamento e per la deambulazione, di buone pratiche per i trasferimenti e i posizionamenti a letto e in carrozzina.

 

Assistenza fisioterapica domiciliare da Mori a Cles. Studio a Taio presso gli Ambulatori Medici

The view that «my patients won’t understand» is wrong. They can and do understand – we just need to be better at explaining it.
[L’idea che «i miei pazienti non capiranno» è sbagliata. Possono e sono in grado di comprendere – siamo noi a dover trovare il modo di farci capire.]

G. Lorimer Moseley

Explaining Pain Supercharged